Bazzocchi Cento Bazzocchi Cento

MARTEDÌ 3 MAGGIO 2022
ORE 18.30
MAST.AUDITORIUM
 

PRESENTAZIONE EDITORIALE

MARCO ANTONIO BAZZOCCHI
CENTO. Un grattacielo di racconti
(Il Mulino)


LETTURE DI MARINELLA MANICARDI

In occasione della rassegna Le voci dei libri, in collaborazione con Coop Alleanza 3.0

 

Come navigare dentro un numero, perdersi e ritrovarsi precipitando da un sogno all’altro.

100 non è un numero che concede confidenza. Anzi, con quella sua aria di completezza, sembra indicare una sfera dentro la quale è impossibile vedere. Ma 100 è stampato nella nostra mente come il numero che tiene insieme grandi opere come la Commedia e il Decameron, e che ci riporta a molte raccolte e a una sorta di enciclopedia di combinazioni. Immaginiamo allora un condominio di parole, e un lettore libero di scendere e salire alla ricerca di autori e racconti. Su e giù per le scale incontrerà non solo Dante e Boccaccio, ma anche Georges Perec, con il suo «La vita, istruzioni per l’uso», un romanzo ambientato proprio in un condominio di 10 piani. E poi Calvino, e poi Manganelli con la sua «Centuria» di cento microromanzi di una pagina. Il cento è il perimetro di uno spazio immaginario. È il numero con cui la mente ha l’illusione di entrare in rapporto con la perfezione.

Marco Antonio Bazzocchi insegna Letteratura italiana moderna e contemporanea nell’Università di Bologna. Tra i suoi volumi con il Mulino: «Leopardi» (2008), «Esposizioni. Pasolini, Foucault e l’esercizio della verità» (2017) e «Con gli occhi di Artemisia. Roberto Longhi e la cultura italiana» (2021).