Cattaneo Styx Cattaneo Styx

MERCOLEDÌ 12 FEBBRAIO 2020
MAST.AUDITORIUM


ORE 18.30
Presentazione editoriale

Cristina Cattaneo
Corpi, scheletri e delitti.
Le storie del Labanof

Raffaello Cortina Editore

Nel suo nuovo libro Cristina Cattaneo spiega in che modo l’antropologia e le scienze forensi si confrontano, nel mondo reale, con la scena del crimine, le analisi di laboratorio e i delitti in generale: lo scheletro di una donna uccisa dalla criminalità organizzata perché voleva cambiare vita, le schiere di morti non identificati e dimenticati, le vittime di violenza sessuale, oppure i resti di personaggi storici che rivelano il passato. Racconti in cui la passione e la determinazione di medici, biologi, archeologi e naturalisti contribuiscono ad aiutare la giustizia, a tutelare i diritti umani e anche a raccontare di popolazioni antiche.

Cristina Cattaneo, medico e antropologo, ha studiato in Canada, UK e in Italia, è professore ordinario di Medicina legale presso l’Università degli Studi di Milano e direttore del Labanof, il Laboratorio di antropologia e odontologia forense di cui ricorre il 25° anno dalla fondazione. Ha pubblicato Crimini e farfalle (con M. Maldarella, 2006) e Naufraghi senza volto. Dare un nome alle vittime del Mediterraneo (2018), vincitore del premio Galileo 2019 e bestseller internazionale, tradotto in numerose lingue.

In collaborazione con Librerie Coop 

 

ORE 21
PROIEZIONE

STYX
DI WOLFGANG FISCHER 
GERMANIA/AUSTRIA, 2018, 94’

Rike, medico sulle autoambulanze e appassionata velista, salpa in solitario con la sua barca modernissima da Gibilterra diretta all’isola di Ascensione, un paradiso in terra in mezzo all’Oceano Atlantico, fra l’Africa e il Sudamerica. Nel corso del viaggio, anche in situazioni estreme la donna si sa destreggiare con grande perizia. Nemmeno una tempesta con mare forza 9 le fa perdere il controllo, la macchina da presa le gira intorno, la tallona da ogni possibile posizione e lei è sempre padrona del piccolo mondo della barca, del grande mondo dell’oceano. Dopo una tempesta tuttavia si ritrova non lontano di un’imbarcazione alla deriva, gremita di persone che hanno urgente bisogno di aiuto... Che fare: obbedire alla guardia costiera che le ordina di non intervenire o prestare soccorso? Il senso di responsabilità di Rike la tormenta.