La Fondazione MAST informa che in ottemperanza alle disposizioni contenute nel Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri sulle misure per il contrasto e il contenimento del diffondersi del COVID-19 del 1 Aprile 2020, gli spazi espositivi del MAST sono chiusi fino al 13 Aprile.

Sono sospese le visite guidate e sono annullati tutti gli eventi previsti fino al 13 Aprile.

MOSTRE

Uniform
Uniform

UNIFORM INTO THE WORK/OUT OF THE WORK è il nuovo progetto espositivo della Fondazione MAST curato da Urs Stahel e dedicato alle uniformi da lavoro, che attraverso oltre 600 scatti di grandi fotografi internazionali mostra le molteplici tipologie di abbigliamento indossate dai lavoratori in contesti storici, sociali e professionali diversi. Nate per distinguere chi le indossa, le uniformi da un lato mostrano l’appartenenza a una categoria, a un ordinamento o a un corpo, senza distinzioni di classe e di censo, dall’altro possono evidenziare una separazione dalla collettività. Le parole italiane “uniforme” e “divisa” evocano, allo stesso tempo, inclusione ed esclusione.

UNIFORM INTO THE WORK/OUT OF THE WORK comprende una mostra collettiva sulle divise da lavoro nelle immagini di 44 fotografi e un’esposizione monografica di Walead Beshty, che raccoglie centinaia di ritratti di addetti ai lavori del mondo dell’arte incontrati dall’artista nel corso della sua carriera, per i quali l’abbigliamento professionale, estremamente differenziato e individualistico, rispetta una sorta di tacito codice dell’anti-uniforme.




Ecco alcuni video tematici che raccontano le mostre, per continuare ad esplorarle anche in questo periodo di chiusura momentanea:



L'ALLESTIMENTO
 


LE MOSTRE


LE DONNE NELLA MOSTRA UNIFORM
Tra gli oltre 600 scatti esposti, scopri le uniformi delle donne: dalle operaie fotografate negli anni '70 da Paola Agosti alle giovani commesse della catena di abbigliamento H&M ritratte da Barbara Davatz.




Artisti in mostra:

PAOLA AGOSTI, SONJA BRAAS, SERGEY BRATKOV, MANUEL ÁLVAREZ BRAVO, ULRICH BURCHERT, SONG CHAOCLEGG & GUTTMANN, HANS DANUSER, BARBARA DAVATZ, RINEKE DIJKSTRA, ALFRED EISENSTAEDT, WALKER EVANS, ARNO FISCHER, ROLAND FISCHER, ANDRÉ GELPKE, WERONIKA GESICKA, BRAD HERNDON, LIU HEUNG SHING, GRACIELA ITURBIDE, TOBIAS KASPAR, HERLINDE KOELBL, HIROJI KUBOTAL.G. ROSE COMMERCIAL PHOTOGRAPHER, ERICH LESSING, DANNY LYON, DOUG MENUEZ, MARIANNE MUELLERNASA PHOTOGRAPHS, HELGA PARIS, PAOLO PELLEGRIN, IRVING PENN, ANDRI POL, MARION POST WOLCOTT, TIMM RAUTERT, HERBERT RITTS, JUDITH JOY ROSS, SEBASTIÃO SALGADO, AUGUST SANDER, OLIVER SIEBER, HITOSHI TSUKIJI, ALBRECHT TÜBKE, FLORIAN VAN ROEKEL, STEPHEN WADDELL


LABORATORI

Permelafotografia
Permelafotografia

 

 


MAST.INCONTRI INTERGENERAZIONALI

Nido delle idee 2020
Nido delle idee 2020

Il crescente interesse per le questioni ecologiche ha avuto l’effetto, negli ultimi tempi, sia di porre l’attenzione sulla gestione delle risorse ambientali e dei cambiamenti climatici, sia di condurre a un ripensamento, almeno sul piano teorico, degli stili di vita, di produzione e di consumo adottati dalle società contemporanee. Oltre allo sviluppo di normative giuridiche e politiche nel breve periodo, tuttavia, ciò che sembra indispensabile a medio e lungo termine è la costruzione di nuovi modelli educativi che rendano consapevoli tutti i cittadini, fin dalla prima infanzia, della necessità di avere un rapporto non strumentale con la natura. Questo non comporta una rinuncia allo sviluppo delle nuove tecnologie, che, anzi, devono essere messe al servizio della sostenibilità ambientale. Nel corso dei quattro appuntamenti in programma, nati dalla collaborazione tra Fondazione MAST e Fondazione Collegio San Carlo di Modena, affronteremo alcuni aspetti del rapporto tra l’educazione e l’ambiente, inteso come paesaggio e come ecosistema, lasciandoci guidare da un interrogativo di fondo: la natura può essere ancora concepita come uno spazio di apprendimento e di conoscenza, come un luogo in cui bambini, ragazzi e adulti possono fare esperienza di se stessi e delle relazioni con gli altri?

La partecipazione agli eventi è gratuita, con prenotazione obbligatoria


MARTEDÌ 3 MARZO 2020
ORE 18 

MAST.AUDITORIUM


EVENTO ANNULLATO

Educazione alla natura e alla socialità. Il Parco Arte Vivente di Torino
Orietta Brombin
Curatrice attività educative e formative – Parco Arte Vivente, Torino

 

I programmi pubblici del PAV, Parco Arte Vivente, impostati sulle linee curatoriali espositive del Centro sperimentale d’arte contemporanea di Torino, hanno come obiettivo lo scambio di reciproche testimonianze, spesso nate da pratiche attive sul territorio, che agiscono per il superamento della precarietà sociale e ambientale, per favorire lo statuto identitario di persona all’interno di un più ampio concetto di collettività. Si tratta perciò di una continua produzione culturale che vive prima, insieme e dopo l’incontro con l’opera d’arte.

Orietta Brombin, artista ed esperta di educazione all’arte, dal 2008 è curatore delle Attività Educative e Formative del PAV Parco Arte Vivente, Centro sperimentale d’arte contemporanea fondato da Piero Gilardi. All’interno delle AEF del PAV cura la programmazione permanente rivolta al pubblico, i percorsi di formazione e i workshop condotti da artisti italiani e stranieri.

 


MARTEDÌ 24 MARZO 2020
ORE 18
MAST.AUDITORIUM


EVENTO ANNULLATO

Dal visto al vissuto. Il paesaggio come spazio dell’educazione
Gianluca Cepollaro
Direttore – Scuola per il Governo del Territorio e del Paesaggio, Trento

 


MARTEDÌ 21 APRILE 2020
ORE 18 

MAST.AUDITORIUM

Biorobotica. La robotica bioispirata e i suoi impieghi sociali
Barbara Mazzolai
Direttrice – Centro di Micro-BioRobotica, Istituto Italiano di Tecnologia, Pontedera


Per registrarsi CLICCARE QUI




___________________________________________________________________________________________
EVENTI PASSATI

 

MARTEDÌ 18 FEBBRAIO 2020
ORE 18
MAST.AUDITORIUM

Imparare all’aperto. L’ambiente esterno come laboratorio educativo
Roberto Farné
Professore di Didattica e Pedagogia speciale – Università di Bologna


ANTEPRIMA, 2013
RA DI MARTINO
MAST.


 

Il video site specific, realizzato dall'artista Ra di Martino in occasione dell'inaugurazione, è un viaggio visivo e sonoro tra gli spazi interni ed esterni del MAST.

regia: Ra di Martino
performer viola da gamba: Rosa Helena Ippolito
direttore fotografia: Alessandro Chiodo, Marco Martelli
suono: Enrico Ascoli
aiuto regia: Marcella Libonati

DOVE NUOVE TECNOLOGIE INTERATTIVE E FOTOGRAFIA INDUSTRIALE OFFRONO UN CONTESTO DI APPRENDIMENTO ESPERIENZIALE SU INNOVAZIONE, IMPRENDITORIALITÀ, MECCANICA E SUL MONDO DEL LAVORO

Gallery

MAST offre una Gallery dove in un'area didattica esperienziale, di sperimentazione e di gioco, progettata con i principi dell'edutainment, viene rappresentata un'astrazione della tecnologia meccanica, che partendo dalle realtà produttive del Gruppo Coesia narra la tecnologia, l'innovazione e quindi le peculiarità che da sempre caratterizzano l'Emilia Romagna. Il percorso espositivo multimediale e di exhibit hands-on, oltre a fare scoprire una realtà e a generare nuova conoscenza tramite la sperimentazione, propone anche uno spazio dove il taglio descrittivo prende la forma di immagini fotografiche che rappresentano il mondo del lavoro. Il percorrere l'evoluzione del lavoro dal Novecento alla contemporaneità, cifra narrativa della collezione di fotografia industriale di MAST, consente di conoscere le radici dei problemi e constatare il cambiamento nello scenario della produzione industriale, dei luoghi di lavoro, del prodotto, delle architetture e di come l'uomo si rapporta con l'ambiente in cui opera. La collezione raccoglie un'ampia selezione di immagini che vengono esposte con cadenza trimestrale.
La Gallery è sede anche di speciali esposizioni durante il corso dell'anno.

MAST organizza la Biennale di Foto/Industria per condividere nel centro storico e nelle sedi istituzionali della cultura cittadina, il dialogo con collezioni private e pubbliche sulla fotografia industriale.

(...)

DOVE L'ECCELLENZA NELLA FORMAZIONE SULLE TECNOLOGIE MECCANICHE OFFRE AI COLLABORATORI DI COESIA E AI GIOVANI DELLE SCUOLE OCCASIONI DI CRESCITA CONTINUA

academy

Con l'Academy MAST offre risposte alle esigenze di formazione tecnica e manageriale espresse all'interno del Gruppo Coesia e si propone come centro di elaborazione di una cultura tecnica rivolta al territorio (scuole, imprese, comunità) per realizzare progetti formativi in collaborazione con le istituzioni e altre organizzazioni. Il contributo dell'Academy, come espressione di una tradizione imprenditoriale che ha nei valori sociali, oltre che nella meccanica, un punto di eccellenza sul territorio, ha come asse distintivo del suo impegno, l'attività di promozione e sviluppo orientata ai temi della tecnologia, dell'innovazione e della imprenditorialità.
La strumentazione per la didattica rappresenta lo stato dell'arte e comprende varie attrezzature multimediali e un'aula è allestita per sessioni in "Telepresence".

(...)
Progetto Expeditions Summer School

DOVE LA RAPPRESENTAZIONE DOCUMENTARISTICA, MUSICALE E ARTISTICA CREANO LE PREMESSE PER LO SVILUPPO DELLA CREATIVITÀ

Auditorium

Nell'Auditorium con una capienza di 400 spettatori, l'acustica è stata minuziosamente studiata e progettata in modo da essere modulabile a seconda della tipologia dell'evento ospitato. Visione di filmati in 3D, rappresentazioni artistiche, musicali, convegni, soluzioni architettoniche e tecnologiche di ultima generazione sono qui al servizio delle più diverse manifestazioni. Tutto ciò crea le premesse per fare dell'auditorium di MAST un centro attivo in differenti ambiti.

(...)

DOVE LA SPERIMENTAZIONE GASTRONOMICA INCONTRA TECNOLOGIE, SOSTENIBILITÀ E INVENTIVA MULTICULTURALE

Caffetteria

La Caffetteria, collegata con l'Auditorium da una ampia scala, oltre a fornire servizi al Gruppo Coesia per i propri ospiti e clienti, è aperta ai visitatori della Gallery in occasione di eventi. La creatività gastronomica incontra qui tecnologia, sostenibilità e differenze culturali in un progetto che intende offrire agli utenti un luogo di incontro conviviale e allo stesso tempo un contesto di sperimentazione e apprendimento.

(...)

DOVE I PICCOLISSIMI MUOVONO I PRIMI PASSI DELL'APPRENDIMENTO SOCIALE E INIZIANO A ESPRIMERE LA PROPRIA FANTASIA

NIdo

In ottemperanza a quanto previsto dal Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri, si comunica che i servizi educativi del Nido Scuola MAST sono sospesi fino al 13 Aprile compreso.

 

Il Nido operativo dal 2012 , è stato concepito come spazio in cui la luce, i colori, la natura sono importanti parti del progetto e sono espressi dalla vegetazione esterna del parco, sempre visibile per la trasparenza delle facciate, dagli ampi giardini d'inverno e dagli atelier dove diventano oggetto di esperienza ludica. Reggio Children ha messo a disposizione la propria pluriennale competenza collaborando con gli architetti di MAST per sviluppare un modello pedagogico innovativo basato sul gioco, sul lavoro collegiale, sulla partecipazione delle famiglie, sull'educazione alimentare e musicale, sulla illustrazione per l'infanzia e sul linguaggio del bambino, anche in termini di apprendimento della lingua inglese. In collaborazione con le cooperative Cadiai e Giannino Stoppani è stata progettata anche la formazione professionale per gli operatori in una prospettiva di aggiornamento continuo. La struttura che nel 2013 è stata riqualificata per potere offrire una sezione di materna, può ospitare 80 bambini di cui 1'85% proveniente dalle famiglie dei collaboratori del Gruppo Coesia e il 15% da gruppi familiari distribuiti sul territorio, in convenzione con il Comune.

 

L'INNOVAZIONE AL NIDO

Il Nido MAST si basa su un progetto pedagogico che offre una molteplicità di stimoli educativi e culturali ai bambini:

Il valore della bellezza
Le scelte architettoniche, i colori e gli arredi si ispirano a criteri estetici e ai più recenti studi pedagogici sulle percezioni dei più piccoli

La tecnologia
Strumento di quotidianità e modernità, per promuovere nuovi metodi di comunicazione ed informazione tra educatrici e genitori

Il libro con figure
Oggetto di crescita che accompagna l'evoluzione della rappresentazione e del linguaggio del bambino

Il gioco
Scelto come prodotto di una cultura artistico-artigiana di qualità

L'inglese attraverso le canzoni
Per apprendere con un'insegnante madre lingua nuove sonorità con la musica

Gli atelier del colore, della natura e della musica
Gli atelier sono luoghi di incontro, scoperta e ricerca per bambini, insegnanti e famiglie. Nel primo si dipinge, nel secondo si sperimenta il tempo come cambiamento nelle piante e nei frutti – anche in collegamento con un orto esterno – e nel terzo si suona e si ascolta.

(...)

DOVE I PRINCIPI FONDAMENTALI DELLA NUTRIZIONE MODERNA DIVENTANO OCCASIONE DI CONSAPEVOLEZZA ATTIVA

Ristorante aziendale

La proposta gastronomica per i collaboratori di Coesia non vuole solo offrire pasti ma proporre un un luogo dove la qualità, il servizio free flow, le materie prime, le trasformazioni culinarie, rispettino le linee guida più recenti e siano in linea con gli indicatori di qualità accordati con i nutrizionisti del Centro Gruber di Bologna che collaborano con MAST. Il servizio di Ristorante può essere utilizzato nei weekend e festivi, anche per ospitare eventi potendo accogliere più di 400 persone. Il Ristorante Aziendale e il centro Wellness sono pensati come parte di un progetto unitario dove alimentazione e attività fisica sono elementi qualificanti l'identità dell'accoglienza di MAST. Fra i valori che ispirano il progetto vi sono la promozione di una idea di salute legata alla consapevolezza, alla informazione, a una cultura della nutrizione legate al benessere e alla salute nell'ottica di un miglioramento della qualità della vita.

(...)

DOVE L'INNOVAZIONE DELLE TECNOLOGIE PER IL MOVIMENTO INCONTRA LO SVILUPPO DI STILI DI VITA SOSTENIBILI

Wellness

La palestra, di cui fornitore e gestore è la Technogym (azienda del territorio leader mondiale nelle attrezzature per il fitness) propone una offerta differenziata basata su un modello di benessere olistico e integrato e sarà in funzione anche per la comunità con programmi dedicati.
Il Ristorante Aziendale e il centro Wellness sono pensati come parte di un progetto unitario dove alimentazione e attività fisica sono elementi qualificanti l'identità dell'accoglienza di MAST. Fra i valori che ispirano il progetto vi sono la promozione di una idea di salute legata alla consapevolezza, alla informazione, a una cultura della nutrizione legate al benessere e alla salute nell'ottica di un miglioramento della qualità della vita.

(...)